Prontuario Farmaceutico

Il miglior prontuario farmaceutico

Mucosolvan SCIR 200ML 15MG/5ML

Sciroppo in flacone

€ 0.00

Farmaco da banco

Classe C

Principio attivoAmbroxolo cloridrato
GruppoEspettoranti, escluse le associazioni con antitosse
ATCR05CB06 - Ambroxolo
RicettaOtc - libera vendita
SSNNon concedibile
ProduttoreBb farma srl
ConservazioneNon superiore a +30 gradi
GlutineNon contiene glutine    
LattosioNon contiene lattosio   
Codice AICA038384018

Indicazioni - Posologia - Controindicazioni - Avvertenze e precauzioni - Interazioni - Gravidanza e allattamento - Effetti indesiderati - Conservazione

Indicazioni

Trattamento delle turbe della secrezione nelle affezioni broncopolmonari acute e croniche.

Posologia

Si consigliano i seguenti dosaggi salvo diversa prescrizione medica: Adulti: 10 ml 3 volte al giorno. Bambini fino a 5 anni: 3 ml 3 volte al giorno. Bambini oltre i 5 anni: 3 ml 4 volte al giorno. Mucosolvan 3 mg/ml sciroppo dovrebbe essere assunto ai pasti.

Controindicazioni

- Gravi alterazioni epatiche e renali - Ipersensibilità all'ambroxol cloridrato o ad altri componenti della formulazione.

Avvertenze e precauzioni

L'ambroxol cloridrato deve essere somministrato con cautela nei pazienti portatori di ulcera peptica.

Interazioni

Mucosolvan non interagisce con altri farmaci, in particolare con glicosidi cardioattivi, corticosteroidi, broncodilatatori, diuretici, antibiotici, che fanno parte del trattamento standard delle broncopneumopatie.

Effetti indesiderati

Mucosolvan è in genere ben tollerato. Molto raramente sono stati riportati casi di cefalea e lievi disturbi gastrointestinali (soprattutto pirosi, dispepsia e talvolta nausea e vomito), in particolare in seguito a somministrazione parenterale. Raramente si sono verificate reazioni allergiche, soprattutto rash cutaneo. Sono stati riportati casi estremamente rari di gravi reazioni anafilattiche, ma non è certa la loro correlazione con ambroxol. Alcuni di tali pazienti hanno mostrato reazioni allergiche ad altre sostanze.

Gravidanza e allattamento

Nonostante gli studi preclinici e la vasta esperienza clinica dopo la 28a settimana non abbiano evidenziato alcun rischio, si consiglia di adottare le normali precauzioni sull'assunzione di farmaci in gravidanza, soprattutto nei primi 3 mesi. Il farmaco viene secreto nel latte materno, ma non è ipotizzabile alcun effetto negativo sul bambino, alle normali dosi terapeutiche.

Conservazione

Nessuna

About

Creato da Giuseppe Pipero.