Prontuario Farmaceutico

Il miglior prontuario farmaceutico

Anticoagulante acd fki A 500ML

Soluzione anticoagulante in sacca

€ 7.66

Farmaco generico

Classe C

Principio attivoSodio citrato/acido citrico anidro/glucosio (destrosio) anidro
GruppoTutti gli altri prodotti non terapeutici
ATCV07AC - Prodotti ausiliari per la trasfusione del sangue
RicettaRr - ripetibile 10 volte in 6 mesi
SSNNon concedibile
ProduttoreFresenius kabi italia srl
ConservazioneAl riparo dal gelo
GlutineNon contiene glutine    
LattosioNon contiene lattosio   
Codice AICA030760060

Indicazioni - Posologia - Controindicazioni - Avvertenze e precauzioni - Interazioni - Gravidanza e allattamento - Effetti indesiderati - Conservazione

Indicazioni

Posologia

Si utilizzano 15 ml per 100 ml di sangue raccolto Il sangue così raccolto può essere conservato fino a 21 giorni.

Controindicazioni

Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Inoltre, il sodio citrato contenuto nella soluzione ACD è controindicato nelle seguenti condizioni: • Insufficienza renale grave con oliguria, azotemia o anuria • Malattia di Addison • Paralisi periodica iperkaliemica • Disidratazione acuta • Crampi • Danno cardiaco grave • Dieta iposodica

Avvertenze e precauzioni

Usare con cautela l’Anticoagulante ACD, contenente sodio citrato, in caso di: • Insufficienza cardiaca congestizia • Ipertensione • Edema periferico o polmonare • Pre–eclampsia • Insufficienza epatica acuta e cronica È necessario monitorare gli elettroliti, specialmente i bicarbonati, in pazienti con insufficienza renale. L’infusione di citrati può causare ipocalcemia. Non iniettare per via endovenosa, ma usare solo per la preparazione di sangue umano. Usare subito dopo l’apertura del contenitore. La soluzione deve essere limpida, incolore e priva di particelle visibili. Serve per un unico ed ininterrotto utilizzo e l’eventuale residuo non può essere usato e deve essere eliminato.

Interazioni

L’anticoagulante ACD può interagire con i seguenti medicinali: • destrano; • anticoagulanti orali; • altri farmaci che influiscono sulla formazione e sulle funzioni delle piastrine; • prodotti contenenti alluminio (alluminio carbonato basico, alluminio idrossido, alluminio fosfato, diidrossi–alluminio aminoacetato, diidrossi–alluminio sodio carbonato, magaldrato) in quanto la somministrazioni contemporanea di una soluzione contente citrato può aumentare l’assorbimento dell’alluminio causando tossicità fino a encefalopatia. L’encefalopatia si può verificare soprattutto nei pazienti anziani con insufficienza renale cronica.

Effetti indesiderati

Di seguito sono riportati gli effetti indesiderati di Anticoagulante ACD organizzati secondo la classificazione sistemica organica MedDRA. Non sono disponibili dati sufficienti per stabilire la frequenza dei singoli effetti elencati. Disturbi del metabolismo e della nutrizione Iperkaliemia, Ipocalcemia, Alcalosi metabolica Patologie gastrointestinali Diarrea, Nausea, Vomito Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione Dolore nel sito di somministrazione Segnalazione delle reazioni avverse sospette La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

Gravidanza e allattamento

Per l’Anticoagulante ACD non sono disponibili dati clinici relativi a gravidanze esposte e all’uso durante l’allattamento. È necessario usare cautela nell’utilizzare tali soluzioni in donne in stato di gravidanza o durante l’allattamento.

Conservazione

Non congelare. Tenere il contenitore ermeticamente chiuso e al riparo dalla luce e dal calore.

About

Creato da Giuseppe Pipero.