Prontuario Farmaceutico

Il miglior prontuario farmaceutico

Acido pipemidico eg 20CPS400MG

Capsule in blister

€ 5.05

Farmaco generico

Classe A

Principio attivoAcido pipemidico
GruppoAntibatterici chinolonici
ATCJ01MB04 - Acido pipemidico
RicettaRr - ripetibile 10 volte in 6 mesi
SSNConcedibile esente
ProduttoreEg spa
ConservazioneNessuna particolare condizione di conservazione
GlutineNon contiene glutine    
LattosioNon contiene lattosio   
Codice AICA024497024

Indicazioni - Posologia - Controindicazioni - Avvertenze e precauzioni - Interazioni - Gravidanza e allattamento - Effetti indesiderati - Conservazione

Indicazioni

È indicato nel trattamento delle infezioni urinarie acute, subacute e croniche dell’adulto: cistiti, uretriti, pieliti e cistopieliti; infezioni urinarie sostenute da germi sensibili Gram–negativi o Gram–positivi, post–operatorie o conseguenti ad indagini strumentali.

Posologia

La posologia media consigliata di acido pipemidico è di 800 mg al giorno suddivisi in due somministrazioni, ogni 12 ore, preferibilmente dopo i pasti. La durata del trattamento è mediamente di 10 giorni, tuttavia essa va adattata in funzione della risposta terapeutica, soprattutto nella terapia delle forme croniche e recidive. Acido Pipemidico EG può essere somministrato a pazienti con insufficienza renale.

Controindicazioni

Casi di ipersensibilità già noti all’acido pipemidico. Se ne sconsiglia l’uso nell’infanzia

Avvertenze e precauzioni

Nella primissima infanzia il prodotto va somministrato in casi di effettiva necessità sotto il diretto controllo del medico. In corso di terapia si consiglia di ridurre il tempo d’esposizione al sole a causa del rischio di fotosensibilizzazione e di dermatite bollosa. Particolare attenzione va posta nei soggetti anziani a causa delle possibili manifestazioni neurosensoriali e psichiche (vertigini, disturbi dell’equilibrio). TENERE FUORI DALLA PORTATA DEI BAMBINI

Interazioni

Non si conoscono al momento interazioni medicamentose.

Effetti indesiderati

Gli effetti collaterali principalmente di natura digestiva quali nausea e gastralgia, solo in casi eccezionali richiedono la sospensione del trattamento e si attenuano somministrando il farmaco a stomaco pieno. Sono stati segnalati rarissimi casi di reazioni allergiche cutanee (tipo rash cutaneo od orticaria) e qualche caso di fotosensibilizzazione; in questi casi è opportuno interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea. Eccezionalmente si sono verificate manifestazioni neurosensoriali e psichiche con vertigini e disturbi dell’equilibrio in soggetti anziani. Segnalazione delle reazioni avverse sospette La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

Gravidanza e allattamento

Nelle donne in stato di gravidanza e durante l’allattamento, il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.

Conservazione

Il prodotto è stabile a temperatura ambiente.

About

Creato da Giuseppe Pipero.